Programma

MODULO 1

ANALISI FINANZIARIA E CAPITAL BUDGETING


1° giornata

Impresa e finanza nel nuovo contesto economico

• Lo scenario economico e finanziario, chiavi di lettura ed applicazione alle diverse tipologie di imprese
• Il ruolo della finanza nella fase di start up aziendale, sviluppo, maturità e declino
• La separazione tra proprietà e controllo
• Le nuove competenze del CFO a supporto delle decisioni strategiche d’impresa
• Organizzazione e processi della funzione “Finance”: i rapporti con le altre funzioni e con l'esterno
• Organizzazione e compiti della tesoreria aziendale

Introduzione all’ Investment Banking e al Corporate Finance

• La domanda di servizi finanziari delle imprese in Italia:
  - la struttura finanziaria delle imprese italiane
  - la varietà dei modelli di impresa all’interno del sistema economico italiano e la differenziazione della domanda di servizi finanziari
    un raffronto con il contesto internazionale
• Sviluppo e ruolo dell’Investment Banking e del Corporate Finance
  - origini e principali fasi di sviluppo
  - Sviluppo dell’Investment Banking e del Corporate Finance
• Aspetti strategici, organizzativi, produttivi e distributivi:
  - una classificazione delle attività di Investment Banking e di Corporate Finance
  - modelli strategico - organizzativi
  - strategie competitive
• Le carriere e le professioni nell’Investment Banking e Corporate Finance


2° giornata

Analisi Finanziaria: riclassificazioni di bilancio

• Conto Economico e Stato Patrimoniale
• Riclassificazione del Conto Economico
• Riclassificazione dello Stato Patrimoniale
• Esempi pratici di riclassificazione del bilancio

Analisi Finanziaria: indici di bilancio

• Utilizzo dei quozienti per le analisi finanziarie
• Esercitazioni di analisi di bilancio per indici
• Analisi finanziaria: dinamica dei flussi finanziari
• Esercitazioni di analisi di bilancio per flussi finanziari

3° giornata

Logiche e strumenti della pianificazione finanziaria

• Logica di costruzione e interpretazione del piano finanziario e del budget finanziario
• Il processo di pianificazione e budgeting
• Dal piano industriale alla sostenibilità del business: il fabbisogno finanziario
• Il ruolo del Business Plan quale strumento di pianificazione strategica
• I requisiti di base per la redazione di un Business Plan: aspetti qualitativi
• Lo schema logico di costruzione di un Business Plan: aspetti quantitativi
• Le previsioni sulla gestione caratteristica
• Le componenti del circolante
• Le altre componenti: patrimoniali, finanziarie ed extracaratteristiche
• Il contributo dell’analisi di “what if” nella ricerca del piano ottimale
• L’analisi di sensitività (sensitivity analysis) ed il suo impatto sulla redazione del Business Plan
• La creazione di un modello di Business Plan: esercitazione
• L'uso dei fogli elettronici e dei software dedicati

MODULO 2
METODI DI VALUTAZIONE DEL CAPITALE ECONOMICO DI UN’IMPRESA E TEORIA DEL VALORE

4° giornata

Valutazione degli investimenti

• Criteri tradizionali e criteri finanziari di valutazione degli investimenti
• Logiche e strumenti per la valutazione degli investimenti (VAN e TIR) in ottica di creazione di valore
• I profili di analisi delle decisioni di investimento
• La valutazione economica degli investimenti
• L’analisi della fattibilità finanziaria dei progetti
• La gestione degli aspetti critici e le analisi di sensitività
• Prezzo e valore di un investimento
• Esercitazioni sulla valutazione degli investimenti

5° giornata

Rendimento, rischio e costo del capitale

• I fattori che influenzano le decisioni di finanziamento
• Rendimento, rischio e costo opportunità del capitale
• Stima del costo del capitale azionario:
  - metodologia di stima del costo del capitale azionario
  - stima del costo delle altre forme di finanziamento
• Il costo del Capitale di Debito
• Il rischio e il Weighted Average Cost of Capital (WACC)
• Il Rischio misurato dal Beta
• Esercitazione sul WACC

Analisi delle decisioni di finanziamento

• Il Capitale Netto
 -  Capitale Proprio, Venture Capital e Private Equity
  - Azioni Ordinarie e Warrant
• Il Debito: Debito Bancario, Obbligazioni, Leasing
• Scelte di finanziamento e ciclo di vita di un’impresa
• Esemplificazioni pratiche

6° giornata

La valutazione del capitale economico d’impresa

• Metodi di Valutazione d’Azienda
• Il Metodo Finanziario del Discounted Cash Flow
• Il Metodo dei Moltiplicatori
• Il Metodo Patrimoniale
• Il Metodo Reddituale
• Esercitazioni

La teoria del valore

• I Metodi Misti
• Come stimare la creazione di valore (EVA e MVA)
• La valutazione dei risultati corretti per il rischio (RAROC e RORAC)
• Esercitazioni

MODULO 3
STRUTTURA DEL CAPITALE

7° giornata

L’accesso al mercato dei capitali: finanziamento mediante equity e debt

• Struttura del capitale: equity e debito
• Definizioni regolamentari
• Finanziamento mediante emissioni obbligazionarie
• Limiti e competenza per l’emissione
• Procedimento di emissione e regole
• Emissioni quotate: il prospetto e altri adempimenti
• Emissioni con sottoscrizione qualificate
• I contratti tra Issuer e Banche
• I bond convertibili: modalità, tempi e criteri per la conversione
• Il finanziamento mediante aumento di capitale “a pagamento”
• Il conferimento
• Procedimento ed esercizio dell’opzione
• La prelazione sull’inoptato: aumento scindibile e inscindibile
• Gli aumenti “riservati”
• Aumento di capitale e cambio di controllo


8° giornata

Contratti di finanziamento: struttura e negoziazione

• Il finanziamento sindacato
• Il pool di banche: i diversi ruoli
• Term loan e revolving
• Gli impegni del borrower
• Le garanzie
• Cross reference
• Event of default e responsabilità
• Rimborso e cancellazione anticipata
• La clausola di “change of control”
• Rinnovo del finanziamento e criticità
• Esempi e clausole

Contratti di finanziamento e ristrutturazioni del debito

• Revolving/term loan facility agreement: struttura del contratto e clausole principali
• Le ristrutturazioni del debito: piani di rientro, accordi di ristrutturazione e concordati pre-fallimentari
• Gestione pre-fallimentare della crisi d’impresa: Piani di risanamento ex art. 67 L.F., Accordi di ristrutturazione ex art. 182bis L.F., Concordato preventivo
• Il piano economico-finanziario quale strumento base per la gestione in bonis delle crisi d’impresa
• Gestione fallimentare della crisi
• Il Factoring: cessioni in massa, cessioni di crediti futuri, cessioni spot e programmi di cessione, cessioni con/senza mandato all'incasso e modelli contrattuali per la gestione della solvenza del debitore ceduto

MODULO 4
LA GESTIONE DEL RISCHIO E LE OPERAZIONI DI FINANZA STRUTTURATA

9° giornata

Gli strumenti per la gestione dei rischi finanziari aziendali

• Le peculiarità del rischio in una impresa non bancaria
• Rischi puri e rischi speculativi
• Il rischio di variazione del tasso di interesse e del tasso di cambio
• Strumenti e mercati per la gestione dei rischi finanziari d’impresa
• Gli strumenti finanziari derivati (IRS, Opzioni, Forward e Futures) e le operazioni di copertura
• Le modalità di utilizzo degli strumenti derivati per la gestione dei rischi finanziari aziendali: applicazioni operative
• Esercitazione pratica sugli Strumenti Derivati

La Cartolarizzazione (Securitization)

• Struttura e soggetti coinvolti nell’operazione
• La definizione della struttura: l’intervento dell’arranger
• Cartolarizzazione classica e cartolarizzazione “sintetica”
• Le opportunità derivanti dall’utilizzo delle operazioni di cartolarizzazione
• Esempio di un’operazione di cartolarizzazione

10° giornata

Il Project Financing

• Le Operazioni di Acquisition Finance e le Operazioni di Project Finance
• Criteri e principi di un’operazione in Project Finance
• L’organizzazione dell’operazione: le parti coinvolte
• L’identificazione e l’allocazione dei rischi del progetto e il security package
• La definizione della struttura finanziaria dell’operazione
• Esempio di un’operazione di Project Financing

MODULO 5
LE OPERAZIONI DI FINANZA STRAORDINARIA (M&A) E IL CAPITALE DI RISCHIO (PRIVATE EQUITY E VENTURE CAPITAL)

11° giornata

Le operazioni di Private Equity e di Venture Capital (Capitale di Rischio)

• Ciclo di vita di un’impresa e principali investitori di capitale di rischio
• Overview del Private Equity e Venture Capital
  - Seed, Early Stage e Start-up financing
  - Expansion financing
  - Buy Out
• Il mercato ed il contesto competitivo
  - panoramica sugli operatori domestici ed internazionali
  - canali di riferimento e le modalità di intervento
  - la realtà italiana
  - limiti quali-quantitativi delle singole tipologie di intervento in relazione alla realtà italiana
• Il ciclo del Private Equity e Venture Capital
  - Origination, Execution, Exit
• Processo di strutturazione di un intervento di Private Equity
  - Confidentiality Agreement
  - Data room ed elaborazione del piano industriale
  - Due diligence
  - Negoziazione modalità di cessione d’azienda
  - Valutazione dell’impresa da acquisire e rendimento dell’investimento
  - Corporate Governance e Exit
  - Esempi ed esercitazioni
• Struttura tipica di un fondo di Private Equity


12° giornata

Le operazioni di Leveraged Buy Out (LBO) e l’Acquisition Finance

• Le operazioni di Merger and Acquisition (M&A)
  - perché e quando acquisire un'azienda
  - il processo di vendita e il ruolo dell’Investment Bank
  - il calcolo del valore e la definizione del prezzo di offerta
• Acquisizione di società non quotate:
  - Share Purchase Agreement (SPA)
  - clausole limitative della circolazione delle partecipazione
  - procedimento di acquisto
• Private Equity e Leveraged Buy Out (LBO)
  - Strutture tipiche ed esempi di LBO
  - Business Cases di alcuni dei più tipici interventi di LBO:
  - Spinout e delisting
  - Ricambio generazionale
  - Ristrutturazione di azionariato
• LBO con un Operatore di Private Equity
  - caratteristiche ed analisi della società Target
  - valutazione di Target
  - Business Plan di Target
  - struttura e risvolti contabili del Leveraged Management Buy Out
  - valutazione del rendimento dell’investimento
• L’Acquisition Finance
  - La struttura tipica dell’Acquisition Finance
  - L’Acquisition Finance negli LBO
  - Tipologie di finanziamento
  - Il Debito Mezzanino e High Yield: caratteristiche dello strumento
  - I Covenants


Il programma potrebbe essere soggetto a revisioni che tengano conto di esigenze di carattere didattico.